Fotovoltaico, eolico, biomasse e idroelettrico. Come cambia il mercato del lavoro?

copertina2014Il comparto italiano delle energie rinnovabili è un segmento industriale che si presta ad interessanti analisi sotto molteplici punti di vista. L’approccio metodologico che utilizzeremo in questa sede avrà come oggetto di studio il mercato del lavoro. Nello specifico, andremo ad indagare, per ogni comparto della filiera, i criteri fondamentali che permettono di analizzare un’industria dal punto di vista del personale che occupa. Ci riferiamo in particolare a indicatori quali il numero totali di addetti e le professionalità caratterizzanti ogni filiera, non dimenticando di considerare le diversificazioni delle professionalità stesse e il relativo mutamento a fronte delle esigenze di ogni settore.

Per quanto possibile l’analisi verrà condotta analizzando mercato primario (installazione), mercato secondario (O&M, assicurazioni, Asset Manager) e indotto. L’idea alla base di questa riflessione è la ragionevole convinzione che non solo sia possibile studiare un settore industriale partendo dalla forza lavoro ma che ciò sia altrettanto foriero di informazioni e di spunti rispetto agli studi di carattere maggiormente economico-statistico. Si cercherà quindi di correlare i dati che vengono “classicamente” analizzati (investimenti e potenza installata) con le nozioni di carattere occupazionale (posti di lavoro generati).

E dunque, se le analisi del mercato FER in Italia vengono correlate ad una corretta analisi delle ricadute occupazionali che lo stesso ha generato, in che modo gli scenari di sviluppo futuri potranno influenzare l’andamento del mercato del lavoro negli anni a venire?

Leggi l’articolo completo: Il mercato del lavoro nelle rinnovabili

Rispondi